La nazionale spagnola chiude la stagione 2020/21 con il 3-0 rifilato alla Danimarca di Pernille Harder.

Ad Alcorcón, già sede della prima sfida contro il Belgio e terminata con lo stesso punteggio, va in scena l’ennesima buonissima prova delle Furie Rosse, con marcature nuovamente di marca blaugrana.

Le ragazze allenate dal commissario tecnico Jorge Vilda centrano la decima vittoria consecutiva e da 15 mesi non conoscono la parola “sconfitta”.

“Le giocatrici mi sono piaciute, abbiamo saputo gareggiare e sono contento per gli esordi di giocatori che non avevano. In questi sei anni siamo stati quasi quaranta giocatori e questo significa che lavoriamo bene nelle categorie inferiori e un la stagione immacolata si chiude”

ha dichiarato il ct Jorge Vilda in conferenza stampa post partita.

Esordi assoluti con la nazionale maggiore per Anna Torrodà (Valencia), Rosa Marquez (Real Betis) e Claudia Pina (Siviglia).

Prima dell’inizio della partita, le due nazionali sono scese in campo indossando la maglia “God bedring Christian” (buona guarigione Christian), messaggio di supporto al danese Eriksen vittima qualche giorno fa di un malore in campo, risoltosi – tra paura e pianti iniziali – nel migliore dei modi.

La Spagna non riesce a sfruttare le offensive laterali di Cardona e Caldentey, e le conclusioni arrivano principalmente dalla distanza ma senza successo. Serve una zampata di Bonmati al 45+1′ per sbloccare la partita e mandare le iberiche in vantaggio al riposo.

La ripresa è “roja” e Patri Guijarro sigla di testa e sugli sviluppi di un corner il gol del 2-0 quando il cronometro indica il minuto 67′.

Sull’asse Putellas-Bonmati nasce la rete del definitivo 3-0, la centrocampista MVP della finale di UWCL trova un tiro a giro che Christiansen non può parare.