La Juventus batte il Napoli Femminile per 2 a 0 e conquista la sua trentesima vittoria consecutiva in Serie A, scrivendo un nuovo record per la storia della competizione e staccando il Brescia del periodo 2013 e 2014, che si era fermata a 29 successi di fila.

Partita mai in discussione per le ragazze allenate da Joe Montemurro, che lascia a casa Girelli e Bonansea e si affida a un po’ di turnover in vista della sfida di Champions League contro il Chelsea.

L’inizio della Juventus è travolgente. Dopo appena 27″ le bianconere trovano il gol del vantaggio con Caruso, che di testa insacca su cross di Cernoia.

La stessa n°7 bianconera mette la firma sul gol del 2-0 al 5′, insaccando di tap-in un pallone respinto da Aguirre su conclusione da fuori di Zamanian.

Al 10′ Bonfantini trova la parata del portiere delle partenopee, dieci minuti dopo tocca a Zamanian ma il suo tiro termina lontano dalla porta.

Ancora Bonfantini va alla conclusione al 23′ e al 28′, trovando in entrambi i casi la parata di Aguirre.

E sempre dell’attaccante ex Roma è l’ultima conclusione del primo tempo, con il pallone che termina sull’esterno della rete.

Nella ripresa Goldoni ci prova ma trova i cartelloni pubblicitari, così come Jaimes da fuori area.

Risponde la Juventus con Nilden da fuori (para Aguirre) e Staskova (sul fondo), prima di rivedere le partenopee con Jaimes (palla a lato).

Le ultime occasioni sono di marca bianconera: al 85′ Staskova non approfitta di un errore avversario e trova l’ennesimo intervento di Aguirre, due minuti dopo è ancora l’estremo difensore delle napoletane a parare in due tempi sul tiro da fuori di Cernoia e infine Boattin manca l’opportunità del 3-0 calciando alto da dentro l’area di rigore.

Sampdoria spumeggiante: battuta l’Inter per 3-0

Nel primo anticipo della sesta giornata di Serie A, la Sampdoria batte l’Internazionale Milano per 3 a 0.

Ottima partita giocata dalla formazione allenata da Antonio Cincotta, che in soli tre minuti mette al muro le avversarie nerazzurre.

Grande prestazione di Rincon autrice degli assist per i tre gol, di cui due per Stefania Tarenzi che punisce la sua ex squadra e che sale a quota 101 reti in Serie A.

Dopo due tentativi al 10′ con Tarenzi (salvataggio di Durante) e Re (esterno della rete), le blucerchiate trovano il vantaggio con Stefana Tarenzi che al 12′ batte Durante in uscita.

Tre minuti dopo arriva il raddoppio con il colpo di testa di Cecilia Re sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina.

L’Inter ha sui piedi di Nchout e di Marinelli due occasioni: nel primo caso arriva la respinta di Tampieri (29′), nel secondo c’è solo l’esterno della rete (35′).

Poco prima della fine del tempo, Durante è protagonista di una doppia parata sugli sviluppi di un corner, e nella stessa azione Martinez calcia alto.

La Samp cala di ritmo nella ripresa e ne può approfittare l’Inter, non prima di vedere una punizione di Rincon terminare sopra la traversa.

Cziszár manda alto un pallonetto al 58′, tre minuti dopo tocca a Marinelli ma anche il talento nerazzurro calcia sopra la traversa.

Finita l’offensiva nerazzurro, la Samp torna in avanti con Rincon che impegna Durante in due tempi.

Al 82′ Stefania Tarenzi insacca di testa sugli sviluppi di un corner e chiude la partita sul 3-0.

L’Inter parte alla ricerca del gol della bandiera ma Merlo non riesce a trovare lo specchio della porta.

Sfortuna per Alice Berti che è costretta ad uscire pochi minuti, dopo il suo ingresso in campo, a causa di un infortunio.

Serie A, risultati e classifica (6ª giornata)

Ecco i risultati dopo gli anticipi della 6ª giornata di Serie A:

  • Sampdoria – Inter 3-0 (12′ e 82′ Tarenzi, 15′ Re)
  • Juventus – Napoli Femminile 2-0 (1′ Caruso, 5′ Cernoia)
  • Lazio – Pomigliano 1-2 (10′ Andersen; 49′ Salvatori Rinaldi, 82′ aut. Fördos)
  • Milan – Roma (domani)
  • Sassuolo – Empoli (domani)
  • Hellas Verona – Fiorentina.

Juventus provvisoriamente in testa alla classifica con 18 punti, davanti a Sassuolo a 15, Milan 12, Roma e Inter 9, Pomigliano 7, Fiorentina e Sampdoria 6.

Seguono Empoli e Napoli a 4 punti, Hellas Verona a 1, Lazio a 0.