L’Atletico Madrid pareggia in casa del Valencia nel posticipo del 24° turno della Primera Iberdrola e vede allontanarsi l’ultimo posto per la prossima Champions League.

La rojablanca non conquista l’intera posta in palio per il terzo turno consecutivo in campionato (più due in UWCL), aprendo così una piccola crisi di risultati.

Le ragazze di Sanchez Vera mostrano un gioco poco corale e molto basato sulle individualità, lento, senza fantasia e con poche idee.

Ma soprattutto mostra un grande problema in fase realizzativa, merito anche di Salón che vince il premio di migliore in campo.

Due sole conclusioni per il Valencia: al 5′ con Andujar che trova la parata di Peyraud-Magnin e al 88′ ancora Andujar trova il muro difensivo.

Dopo un debole tentativo di Ludmila (parato), Salón compie un doppio miracolo respingendo di piede il titolo della brasiliana e salvando il pallone rimpallato da una compagna.

Duggan ci prova in due occasioni mandando prima alto e poi trovando la parata del portiere, Santos manda sopra la traversa e nuovamente Duggan calcia a lato.

Nella ripresa Castellanos gira di testa a lato, Ludmila trova la respinta di Salón in corner (57′) e al 58′ il portiere delle valenciane compie un altro miracolo sul tiro dell’attaccante brasiliana.

Un errore di Salón rischia di costare caro al Valencia, ma Ludmila indirizza di testa sul fondo e manca l’opportunità per portare l’Atleti in vantaggio.

Nel recupero la rojablanca fallisce due occasioni in pochi secondi con Ajibade, che pescata in posizione di offside non rilevato dal guardalinee trova la respinta del portiere, e con Strom che lascia partire un diagonale diretto sul fondo.

Madrid CFF, vittoria con vista Champions

Il Madrid CFF non molla un colpo e resta in scia al Real Madrid, grazie al successo di misura sullo Sporting Huelva.

Partita difficile per le madrilene soprattutto nella prima metà di gara, giocata meglio dalla formazione ospite.

Kanteh prova in due occasioni nei primi 10′ ma prima trova la parata di Ulloa e poi calcia a lato.

Ojeda e Castelló non riescono a trovare il gol del vantaggio e le due formazioni vanno al riposo sul risultato di perfetta parità.

Basta un’azione alle padrone di casa per trovare il gol: sugli sviluppi di un corner Sara “Tui” Gonzalez insacca di testa e porta in vantaggio il Madrid CFF (50′).

Al 58′ Ulloa salva il risultato sulla conclusione ravvicinata di Santana. Al 61′ Buhigas risponde a Estela Fernandez sulla sua conclusione da fuori.

Nel recupero Macarena Portales colpisce il palo e manca il gol del possibile 2-0.

Le altre partite della Primera Iberdrola e la classifica dopo 24 giornate

Nelle altre partite della Primera Iberdrola, il Granadilla Tenerife batte l’Athletic Club per 3-1. Due rigori di Raquel Peña (10′ e 18′) danno il doppio vantaggio alle isolane.

Nella ripresa Valdezate Cabornero accorcia le distanze al 56′, N’Guessan risponde al 65′ realizzando il tris del Granadilla, Gimbert riporta la rojablanca a -1 al 80′ ma non basta.

La Real Sociedad rifila un poker a domicilio all’Espanyol, che ora vede più da vicino la zona retrocessione avvicinarsi.

Uriarte apre le marcature al 20′, Sarriegi segna al 33′ il 2-0. Nella ripresa Nahikari Garcia per il tris al 73′ e Franssi cala il poker al 90+3′.

Il Real Betis rientra nella corsa salvezza battendo il Santa Teresa a domicilio. L’autogol di Moreno al 5′ il gol di Medina al 42′ spediscono il Santa Teresa al penultimo posto.

Pari a reti bianche tra Eibar e Rayo Vallecano nell’ultimo anticipo di ieri.

Il Barça*** comanda la Primera Iberdrola con 63 punti, davanti al Levante a 54, Real Madrid a 50, Madrid CFF a 48, Real Sociedad a 47, Tenerife* a 44, Atletico Madrid a 42 e Siviglia a 33.

Seguono Valencia a 26 punti, Athletic Club* a 25, Huelva a 24, Rayo Vallecano ed Eibar a 23, Espanyol a 21.

In zona retrocessione troviamo Real Betis a 20 punti, Logroño e Santa Teresa a 19, Deportivo Abanca a 17.

Foto: Atletico Madrid.