Il Leicester City vince la Championship e ottiene così la promozione alla prossima Barclays FA Women’s Super League.

Con i favori dei pronistici e con due risultati su tre a disposizione, le Foxes festeggiano grazie al ko inflitto al London City Lionesses per 2 a 0.

La prima grande possibilità per le padrone di casa arriva su rigore assegnato per fallo del portiere Yanez su Tierney.

Quest’ultima trova la pronta risposta della stessa Yanez e il risultato resta bloccato sullo zero a zero.

Ai numerosi attacchi delle Foxes non corrisponde altrettanto cinismo, tanto da far pensare a un equilibro duraturo lungo i 90′ di gioco.

Fino a quando, al 69′, Tierney sblocca il risultato ribadendo in rete un pallone salvato sulla linea da un’avversaria.

Il gol che chiude la contesa arriva al 76′ con Flint che ben pescata in area da De Graaf, controlla e tira in porta siglando il suo 16° gol stagionale.

Una rete che sa di definitiva liberazione e che permette alle Foxes di conquistare la promozione nella massima serie.

“Dire che siamo ufficialmente WSL, è davvero fantastico. Siamo arrivati ​​all’apice del gioco femminile in Inghilterra e vogliamo solo continuare a spingere noi stessi e andare sempre più avanti e migliorare sempre di più.

È stato un lungo viaggio. Sono passati sette anni in cui stavamo giocando, in tutta onestà, fuori dai parchi e fuori dalle baracche di latta per gli spogliatoi.

Ricordo che quando ho iniziato, non avevo nemmeno una squadra. Penso avevamo solo 12 giocatrici, quindi vedere quella crescita è stato un risultato fantastico”

ha dichiarato Jonathan Morgan, manager del Leicester City.