Il calcio femminile non sarà più soltanto su FIFA. Sports Interactive ha annunciato in una nota pubblicata su footballmanager.com, di essere al lavoro per inserire il calcio femminile all’interno del videogioco manageriale Football Manager distribuito da SEGA.

Una novità che renderà felici gli appassionati e le appassionate di calcio femminile, che potranno vestire i panni del manager come già avvenuto nelle edizioni passate di FM ma non più soltanto con squadre maschili.

Al grido di “crediamo nell’uguaglianza per tutti e vogliamo essere una parte della soluzione, Sports Interactive ha spiegato alcune cose sul lavoro che stanno svolgendo per integrare il calcio femminile all’interno del gioco.

L’impegno sarà ingente in termini di denaro, di tempo e di risorse. Il primo passo consiste nel costruire nel tempo un database completo settore femminile.

Se gli attributi quali ritmo, accelerazione e agilità resteranno i medesimi del maschile, altre variabili saranno completamente differenti.

Football Manager, tante variabili da considerare

Basti pensare alla tipologia di infortuni (cominciando dalle lesioni al crociato, vero punto debole) e al ciclo mestruale, ma anche ai salari che sono inferiori rispetto al mondo maschile.

Impossibile riportare i movimenti maschili in 3D nel mondo femminile, perché questo darebbe un effetto irreale all’interno del gioco.

Le motion capture dovranno essere necessariamente differenti e una parte di questo lavoro viene svolto grazie alla collaborazione di due gemelle professioniste, Mollie e Rosie Kmita.

Ma per affinare il lavoro e portarlo verso un realismo quasi perfetto, serviranno mesi e mesi di lavoro.

Inoltre ci sono la definizione delle maglie da donna (il lavoro più semplice), il testo e la traduzione in-game che ruberà migliaia di ore di lavoro e altri dettagli da curare.

Sports Interactive aumenta così la voglia di poter giocare con il Barcellona, il Chelsea e altre potenze europee in campo femminile.

Ma quando debutterà il calcio in rosa all’interno di Football Manager?

L’azienda ha comunicato che ci vorrà tempo affinché veda la luce serviranno diversi anni.